Anche quest anno siamo stati presenti all'Exa di Brescia.

Molta affluenza di pubblico e di espositori, ma per molti versi sarebbe stata una semplice riedizione delle precedenti (poche le novità) se non fosse stato per la grande novità: la presentazione del lotto di Lee Enfield proposti dalla Euroarms.

A noi della Full Metal Jacket, che alle armi ex-ordinanza abbiamo dedicato la nostra passione ed il nostro lavoro, non ci è sembrato vero poterci immergere in una così grande - e qualitativamente alta - quantità di Enfield (ricordiamo di provenienza della Marina Militare Italiana), moltissimi dei quali in ottime - se non eccellenti - condizioni (in particolare i N°4 MK I - Long Branch canasedi). Oltre un centinaio esposti in fiera ma migliaia (10.000!) nei depositi della Euroarms.

Ne abbiamo selezionato un primo lotto che, dopo i necessari adempimenti burocratici, ci verrà spedito e sarà disponibile per la vendita alla nostra clientela.

Nessuna fretta però: se è vero che chi prima arriva prima sceglie, è altrettanto vero che l'enorme quantità (la cui migliore fetta è stata destinata alla clientela italiana) sarà sicuramente sufficiente a soddisfare tutti gli appassionati.

Personalmente confesso che di fronte a tanta scelta ho avuto attimi di "panico", fortunatamente superato dalle molte ore che ho potuto passare alla Euroarms che, per l'occasione EXA, ha organizzato momenti di visita anche ad appassionati, giornalisti e cultori della materia provenienti dall'estero....

Il tempo ci è stato dunque tiranno ma non tale da consentirci di "passeggiare" per i padiglioni dell'Exa. Per cui, come promesso, ecco alcune foto della manifestazione.

 

La solita scorpacciata di ex ordinanza

Iniziamo con lo stand dell'Euroarms...

con il Deutsches Waffen-Journal (nella foto sotto il Dr. phil. Elmar Heinz)

Dopo l'Exa, insieme ad alcuni esperti stranieri, siamo andati a vedere "da vicino" il resto degli Enfield

 

Bello e molto visitato anche lo stand della Royal Armouries...

 

... nel settore avancarica hanno incuriosito i "cannoncini" proposti dalla Pedersoli

e per gli amanti della balistica il Banco Nazionale di Prova di Gardone VT mostrava questo interessante "colapasta" (non è il caso però di provarci in proprio!)

 

Un giro per gli stand e qualche foto ricordo...

Un Grazie alla "sales manager" della Radar che spiritosamente si presta ad "indossare" la patch della nostra Full Metal Jacket

e per finire, abbiamo visitato la nuova sede della Fabbri e conosciuto il grande Ivo Fabbri. Tullio, uno dei suoi figli, ci ha presentato in anteprima gli innovativi e futuristici impianti ed introdotto in quello che sarà uno dei più grandi show-room del settore armiero

 

Sito principale / Main Web Site